10 cose da considerare quando si organizza un Battesimo

22 febbraio
2019

Piccoli grandi accorgimenti ma anche qualche trucco per risparmiare...

Come organizzare un Battesimo? Che tu abbia intenzione di fare una piccola festa o un vero e proprio evento con tanti invitati, ci sono dei particolari che devi sempre considerare come l’outfit adatto, le decorazioni, le foto: insomma, il necessario per una riuscitissima giornata da ricordare con piacere. Scopriamo l'ABC per una giornata specialissima...

Photo by Analia Baggiano on Unsplash

1 - Cosa indosserà il piccolo festeggiato

L’outfit del festeggiato non deve essere necessariamente costoso per essere bello e adatto per l’occasione. Per adatto intendiamo soprattutto che sia della tonalità giusta. Qual è la tonalità giusta? Il bianco resta sempre il colore perfetto per maschietti e femminucce. Se ti piace l’idea di un vestito dall’ispirazione romantica con trine e l’immancabile cuffietta metti in conto una spesa superiore perché si tratta di una opzione che non trovi facilmente nei grandi magazzini: potresti, eventualmente, ricorrere alle sapienti mani della tua mamma o zia ammesso che siano delle appassionate di uncinetto e ricamo. Diversamente, per una opzione meno formale e sicuramente più moderna, ti consigliamo di non farti abbagliare dai grandi brand: ormai sia on line che tra i marchi come Zara bimbi, Oviesse e simili trovi tantissimi spunti veramente adatti per l’abbigliamento del piccolo festeggiato e a prezzi più che accessibili!

 

2 - Cosa indosserà la famiglia

Photo by Vincent Delegge on Unsplash
Photo by Vincent Delegge on Unsplash

Importante anche considerare l’outfit di mamme e papà ed eventuale sorellina o fratellino maggiore. Per i genitori molto dipende dal periodo: certo che se il Battesimo si terrà in primavera o in estate saranno particolarmente indicati i colori chiari anche per i genitori, se invece stai pensando a un Battesimo nei mesi freddi prediligi la sobria eleganza. Sì al tradizionale abito scuro per il papà e sì al classico tubino con cappottino avvitato per mamma anche in tonalità meno candide. Per il fratellino e sorellina invece andranno sempre benissimo i colori chiari sia in estate che in inverno.

3 - Le foto ricordo della giornata

Non trascurare l’importanza di avere delle belle foto ricordo: anche se ora credi che tutti faranno delle foto che potrai utilizzare per l’album, considera che non è detto che, tra i tanti scatti, ce ne sia davvero uno che meriti di essere incorniciato. Perché ti diciamo questo? Perché spesso è meglio spendere qualcosina in più piuttosto che rischiare e, nello specifico, ti consigliamo di ricorrere a un fotografo professionista. Non dovrai ingaggiarlo per l’intera giornata ma pensa alla possibilità di farti fare un ritratto anche nel suo studio se credi che la cosa non ti prenderà troppo tempo. In alternativa dai appuntamento al fotografo in chiesa e fatti fare uno scatto subito dopo la cerimonia. In questo modo sarai sicura del risultato. 

4 - Segnaposti facilissimi e originali

Se hai organizzato un pranzo fuori con i parenti più stretti per festeggiare dopo la cerimonia, che quindi si sarà svolta al mattino, chiedi se siano previsti dei segnaposti e di che tipo. Diversamente provvedi tu a realizzarli qualche giorno prima: basterà un piccolo ricordo come un biscotto personalizzato e confezionato nella carta trasparente, un mazzo di nebbiolina con un nastro (azzurro o rosa) a cui legare un bigliettino con il nome del commensale, un sacchetto di marshmallow o caramelle gommose… insomma, dai libero sfogo alla tua fantasia!

5 - Piccolo party in salotto

Per una festicciola informale nel salotto di casa potrai preparare delle cose semplici ma genuine come panini salati, crostate, tramezzini e tartine. Doveroso coinvolgere le nonne che saranno felici di darti una mano e di sfoggiare la loro proverbiale maestria tra i fornelli. Molto importante, per una festa di Battesimo riuscita, anche l’addobbo: potrai realizzare da te dei festoni con della carta velina nelle eleganti tonalità pastello che si adattano perfettamente sia per i maschietti che per le femminucce e, soprattutto, da riciclare per tutte le feste che verranno, prima tra tutte, quella del suo primo compleanno!

6 - La lista dei regali

Photo by Wijdan Mq on Unsplash
Photo by Wijdan Mq on Unsplash

Pensi che una lista dei desideri sia poco elegante? Invece, cara mamma, non è così! Saranno in molti gli invitati che si chiederanno quale sia il regalo più utile o desiderato: in questo modo le tue indicazioni risulteranno più che gradite. Puoi procedere in due modi: indicare senza troppi giri di parole quale o quali negozi tu abbia scelto per la tua lista di Battesimo o dare info più generiche su oggetti più o meno utili come ad esempio: un passeggino, un box ecc…

7 - A quanti mesi battezzarlo?

Quando battezzare il tuo bambino? In effetti non esiste un’età specifica anche se è sempre meglio non aspettare troppo tempo ma neanche troppo poco tempo. Insomma, ti consigliamo di familiarizzare prima qualche settimana con il tuo nuovo ruolo di mamma, specie se si tratta del tuo primogenito: tra poppate e pannolini i giorni voleranno e farai appena in tempo a organizzare i fondamentali della festa di Battesimo. Per il tempo massimo, meglio evitare che trascorrano due o tre anni anche se, di fatto, anche questa scelta potrebbe avere le sue ragioni nelle quali non entriamo in merito. 

8 - Comunica la tua scelta con anticipo

Ricorda di avvisare per tempo la madrina e il padrino: come fare? Te lo spieghiamo in questo articolo in cui troverai idee simpatiche, originali e d’effetto per comunicare la tua scelta. Sarebbe opportuno muoversi almeno con qualche mese di anticipo (almeno tre) in modo da permettere alla madrina e al padrino di incastrare il tutto con gli altri impegni. Ti sembra esagerato? Beh, una nostra conoscente ha dovuto rinunciare a fare da madrina alla figlia di una sua amica perché nello stesso giorno avrebbe fatto già da madrina a un altro Battesimo in un’altra città e in entrambe le cerimonie la data non si poteva posticipare… 

9 - Dettagli floreali

Photo by Chuttersnap on Unsplash
Photo by Chuttersnap on Unsplash

L’addobbo floreale è un dettaglio che sottolinea la differenza tra un evento solo curato e un evento molto curato. E siccome sappiamo che per la festa del tuo piccolo tesoro vuoi che tutto sia perfetto, certamente non potrai trascurare questo aspetto. Non serve strafare: l’esagerazione non è mai elegante! Sarà sufficiente una composizione a tema per la chiesa da collocare in prossimità dell’altare e una che sia coordinata con la prima per la casa. Se opterai per un pranzo fuori fai preparare dei centrotavola coordinati con la composizione per la chiesa.

10 - Il riciclo is the new black

La decima cosa riguarda l’arte del riciclo: non impazzire per cercare la novità a tutti i costi. Certo è sempre piacevole fare le cose bene e vedere tutti soddisfatti ma questo non significa stressarsi rischiando di trasformare un bel momento in un giorno caotico. Allora ricorda che non serve proprio a niente impazzire per cercare, ad esempio, il vestito che ti stia a pennello se nell’armadio hai tante alternative che puoi adattare. Stesso discorso vale anche per il vestitino del festeggiato: se tua cugina si offre di regalarti o prestarti il vestito indossato dal suo bambino in occasione del Battesimo, accetta di buon grado. Nessuno si accorgerà di niente e tu risparmierai qualcosina…

Potrebbero interessarti:

Come organizzare un Baby Shower

Vestitini per il Battesimo

Addobbi per il Battesimo di un maschietto

Idee per le torte di Battesimo

Idee per i confetti di Battesimo

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2019 Bombolibri. Tutti i diritti riservati