Le più belle poesie e filastrocche di Natale

07 dicembre
2018

Il Natale è alle porte! La festa più amata da grandi e piccini è già nell’aria!

Photo by Sweta Meininger on Unsplash

Hai già addobbato la casa? Stai già pensando al pranzo di Natale? Tra le tante cose che rendono ogni anno sempre speciale questa festa non possono mancare le poesie per Natale. Dai brani per i più piccoli a quelli per gli adulti sono spesso anche un ottimo suggerimento per rendere memorabile un semplice biglietto di auguri. E allora cosa aspetti? Leggi subito la selezione delle filastrocche di Natale che abbiamo scelto per te e i tuoi cari!

 

Buon Natale – Dino Buzzati

E se invece venisse per davvero?

Se la preghiera, la letterina, il desiderio

espresso così, più che altro per gioco

venisse preso sul serio?

Se il regno della fiaba e del mistero

si avverasse? Se accanto al fuoco

al mattino si trovassero i doni

la bambola il revolver il treno

il micio l’orsacchiotto il leone

che nessuno di voi ha comperati?

Se la vostra bella sicurezza

nella scienza e nella dea ragione

andasse a carte quarantotto?

Con imperdonabile leggerezza

forse troppo ci siamo fidati.

E se sul serio venisse?

Silenzio! O Gesù Bambino

per favore cammina piano

nell’attraversare il salotto.

Guai se tu svegli i ragazzi

che disastro sarebbe per noi

così colti così intelligenti

brevettati miscredenti

noi che ci crediamo chissà cosa

coi nostri atomi coi nostri razzi.

Fa piano, Bambino, se puoi.

 

È nato! Alleluia! – Guido Gozzano

È nato il sovrano bambino,

è nato! Alleluia, alleluia!

La notte che già fu sì buia

risplende di un astro divino.

Orsù, cornamuse, più gaie

suonate! Squillate, campane!

Venite, pastori e massaie,

o genti vicine e lontane!

Non sete, non molli tappeti,

ma come nei libri hanno detto

da quattromill’anni i profeti,

un poco di paglia ha per letto.

Da quattromill’anni s’attese

a quest’ora su tutte le ore.

È nato, è nato il Signore!

È nato nel nostro paese.

Risplende d’un astro divino

la notte che già fu sì buia.

È nato il Sovrano Bambino,

è nato! Alleluia, alleluia!

 

L'albero di Natale - Nazim Hikmet

A sud del golfo di Finlandia la notte

vicino al mare brumoso

l’albero di Natale scintilla

tra oscure torri gotiche

corazze di cavalieri teutoni

e ciminiere di fabbriche

l’albero di Natale

l’albero di Natale canta

sulla piazza bianca di neve

canzoni dell’Estonia

lunghissimo scintillante

pagliuzzato d’oro

l’albero di Natale

tu sei nella palla di vetro rosso

i tuoi capelli son paglia gialla le ciglia azzurre

sono io che l’ho appesa

mettendotici dentro

il tuo collo bianco è lungo e rotondo

ti ho messa nella palla di vetro rosso

con i miei dubbi

con le mie ansietà con le mie parole

le mie speranze le mie carezze

a tutti gli alberi di Natale a tutti gli alberi

a tutti i balconi le finestre i chiodi le nostalgie

ho appeso la palla di vetro rosso.

 

Un dono speciale -  Roberto Piumini

Quest’anno Natale

mi ha fatto un bel dono,

un dono speciale.

Mi ha dato allegria,

canzoni cantate

in gran compagnia.

Mi ha dato pensieri,

parole e sorrisi

di amici sinceri.

Dei vecchi regali

non voglio più niente:

ad ogni Natale

io voglio la gente.

 

Ti potrebbe interessare:

Decorazioni per l’albero di Natale

Matrimonio in inverno

Sposarsi a Capodanno

Il cappotto per la sposa

Originali idee per i segnaposti natalizi

Regali di Natale personalizzati

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2018 Bombolibri. Tutti i diritti riservati