Battesimo low cost: no problem!

26 ottobre
2017

Per organizzare un Battesimo non serve spendere una fortuna. Come spesso abbiamo detto, basta davvero poco per un evento ben riuscito: un pizzico di creatività e qualche idea furba, niente di più! Oggi, cara mamma, avvalendoci proprio di questi indispensabili alleati scopriremo i 6 trucchi per un Battesimo low cost…

Prima di tutto facciamo una doverosa premessa: il Battesimo non è una festa di matrimonio e perciò anche la mamma più avvezza alle feste in grande stile si dovrà ridimensionare. Bene, questa cosa gioca a favore del portafoglio e quindi sarà un’ottima base di partenza per organizzare un Battesimo economico ma curato in ogni minimo dettaglio: tutti ti faranno i complimenti per l’ottima riuscita! Vuoi scommettere?

1 - Chi invitare?

Per organizzare un Battesimo low cost dovrai prima di tutto fare una lista dettagliata dei tuoi invitati; lista che dovrà essere breve. Ecco chi non potrai assolutamente escludere: i nonni, gli zii con eventuali figli (ovvero i cuginetti del tuo bambino), il padrino e la madrina con compagno/compagna e figli. Stop! Questo primo step è fondamentale per non esagerare con le spese che, diciamoci la verità, sono sempre tantissime soprattutto ora che sei diventata mamma. Non temere di offendere le tua amiche che probabilmente hanno organizzato il tuo Baby Shower, loro capiranno che il Battesimo è una festa intima; ci sarà modo, in futuro, di trascorrere del tempo con il tuo bambino. E a proposito di padrino e madrina: hai già trovato il modo per dirglielo? Cerchi delle idee simpatiche? Leggi qui cosa ti proponiamo…

2 - Le foto: come realizzare scatti da professionista

Photo by Brooke Lark on Unsplash
Photo by Brooke Lark on Unsplash

Non serve davvero ricorrere a un fotografo esperto, che tu voglia organizzare un Battesimo low cost o meno, basterà un po’ di organizzazione e leggere questo articolo in cui ti sveliamo i trucchi per realizzare delle foto bellissime e tante idee per allestire persino un set per le foto in posa. Inoltre, siamo sicuri che tutti i tuoi invitati non potranno non immortalare gli attimi salienti della giornata con il loro smartphone: a te non resterà che farti girare le immagini e selezionarle per il tuo album personale. Se ti piace l’idea di un filmino non dovrai rinunciare: sempre grazie alla tecnologia potrai fare tanti collage dei video che gireranno zii e zie e poi, con una delle tantissime app che puoi scaricare sul tuo smartphone, creare un divertente video.

3 – Dove organizzare la festa

In questo caso dovrai calcolare bene le spese perché non è detto che un pranzo in un agriturismo sia più costoso di una festa organizzata a casa. Ti consigliamo di fare un giro di telefonate e chiedere i prezzi dei menu specificando che si tratterebbe di un tavolo con un bel po’ di commensali (questo potrebbe anche farti ottenere uno sconticino sul prezzo finale). Solitamente i prezzi sono al di sotto dei quaranta euro a commensale e i menu, se pur rustici, sono sempre molto gustosi e soddisfacenti. Organizzare una festa a casa non è sempre sinonimo di risparmio anche perché dovrai offrire ai tuoi ospiti cibo di qualità e poi dovrai prepararlo e sai benissimo che, anche se riesci a fare dodici cose contemporaneamente, ci sono situazioni in cui è meglio prendersela un po’ più comoda. E poi, in questo modo, ti stresserai meno e potrai goderti davvero la festa. A che pro, quindi, organizzare a tutti i costi la festa a casa? Cara mamma, rifletti...

4 - La torta, se la fai tu c’è più soddisfazione e anche un bel risparmio

Photo by Amy Treasure on Unsplash
Photo by Amy Treasure on Unsplash

Che tu sia brava a realizzare bellissime torte non abbiamo dubbi, sappiamo bene che hanno sempre riscosso grande successo in occasione di ogni festa che hai organizzato in famiglia e certamente sarai perfettamente all’altezza anche in questa situazione. Per un Battesimo low cost sarà un gran risparmio evitare di passare dal pasticciere. Certo dovrai organizzarti un po’ prima: non disdegnare l’aiuto di mamma e suocera, loro saranno felici di darti una mano. In che modo potranno aiutarti? Beh, prima di tutto saranno validissime baby sitter e tu avrai tutto il tempo per dedicarti all’arte pasticciera tra una poppata e l’altra oppure potrai dirigere i lavori per le preparazioni delle basi (che farai eseguire a loro) mentre a te spetterà la parte della decorazione: il tocco dell’artista. A proposito, qui trovi tante torte a cui ispirarti… 

5 - Cosa indosserai?

Anche la donna più fortunata, dopo il parto deve fare i conti con un fisico un po’ appesantito. In questo caso puoi ricorrere a un outfit low cost che non ti faccia sentire in colpa se, in futuro, l’abito scelto dovesse risultare di una taglia più grande. Come fare? Prima di tutto ricorrere al grande amico di ogni donna: Zara! Lo sai che ci sono sempre tantissimi vestiti ispirati alle passerelle ma a costi molto più contenuti di un capo firmato? Seconda cosa, scegli abiti dalle linee morbide come delle casacchine da indossare su pantaloni a palazzo, possibilmente con la coulisse in vita. In questo modo potrai ancora sfoggiare i capi anche abbinandoli ad altri elementi per un look meno formale. Sarebbero da evitare i tubini fascianti e i pantaloni troppo stretti.

6 - L’outfit per il festeggiato

Photo by Sadık Kuzu on Unsplash
Photo by Sadık Kuzu on Unsplash

In questo articolo ne abbiamo già parlato. Quello che ti consigliamo è di prendere spunto dai vestitini che ti piacciono di più ma di trovare poi un’alternativa più economica nei grandi magazzini o, se hai la fortuna di una mamma che ama il cucito, di farlo confezionare. Il vestito per il Battesimo viene indossato, il più delle volte, solo in quell’occasione: è opportuno, dunque, che il tuo bambino sia elegantissimo e stiloso ma è anche buona regola non spendere una fortuna per qualcosa che poi non potrai utilizzare ancora…

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2018 Bombolibri. Tutti i diritti riservati