Quale abito da sposa scegliere? E se fosse in pizzo?

18 luglio
2019

Ci siamo: la data del tuo matrimonio si avvicina ma ti accorgi di essere sempre più stressata.

Photo by Orlova Maria on Unsplash

Ti rendi conto che si sono mille cose da fare per organizzare tutto al meglio. La ricerca dell’abito da sposa, poi, ti sta mettendo a dura prova. Questo capita spesso a molte future spose, quindi relax, nervi saldi e benvenuta nel club! Se può tirarti su sappi che riuscire a trovare l’abito da sposa giusto diventa una vera e propria “Mission: Impossible” per molte; questo accade per varie ragioni e prima tra tutte, la grande aspettativa che si ripone in quei metri di stoffa bianca. Non ti stiamo dicendo che non devi immaginarti come una principessa ma solo che non devi immaginarti come una principessa che indossa proprio quell’abito da sposa. Può infatti capitare (come d’altronde è capitato a molte di noi) di rimanere deluse pur scegliendo il vestito che hai sempre desiderato indossare. Il punto è che non esiste l’abito da sposa perfetto ma la giusta combinazione tra buongusto e linea dell’abito in base al fisico e alla personalità della sposa stessa.

Abito da sposa in pizzo: i perché e i percome

Photo by Brandon Morgan on Unsplash
Photo by Brandon Morgan on Unsplash

Se fino a oggi hai creduto di fare un buco nell’acqua è possibile che tu non sia capitata nell’atelier giusto; non aver paura di cambiare atelier dunque e non aver paura, soprattutto, di provare altri marchi e modelli. Non puoi rischiare di comprare un abito da sposa che non ti convince e che non ti fa sentire a tuo agio quando lo indossi solo perché credi di doverlo acquistare lì dove sei già stata per le prove abito (che però non ti hanno convinta).  Ci sono varie ragioni che spesso ci fanno andare nel pallone, una tra tutte, come ci siamo già dette, è l’idealizzazione di un certo tipo di abito da sposa. Ad esempio, ami il pizzo in particolare ma ti sembra che non sia adatto a te? Hai pensato che potrebbe essere il modello dell’abito da sposa a non essere adatto piuttosto che il tessuto? Ci avevi pensato? E allora perché rinunciare all’abito da sposa in pizzo se è quello che avevi sempre desiderato? L’abito da sposa in pizzo che è già di per sé un evergreen, da qualche anno a questa parte è diventato un vero e proprio must to have, sarà per quell’aria regale, sarà perché lo hanno scelto in molte spose vip, è un modello molto amato e ricercato. A proposito, sai quali sono solo alcune delle spose vip che lo hanno scelto per il giorno del sì? Grace Kelly, Kate Middleton (di cui molto si è detto a proposito della scelta del suo abito molto simile, di fatto, a quello della principessa di Monaco), la sorella Pippa, la bella ereditiera Alessandra de Osma, Amal Clooney solo per citarne alcune ma la scelta dell’abito da sposa in pizzo piace a molte altre spose, famose e non, e siamo certe che piacerà ancora anche alle spose di domani. Tutti i modelli di abiti da sposa che ti abbiamo elencato hanno una cosa che li accomuna: sono tutti diversi perché ognuno di essi è stato disegnato per una donna diversa. Ma allora, se questo abito da sposa in pizzo sembra avere tantissimi pregi, perché, tutte le volte che lo provi tu ti senti fuori luogo? Potrebbe essere che tu stia sbagliando il modello di abito da sposa? Ricorda che spesso ci sta bene un taglio che non avremmo mai immaginato di indossare e viceversa quindi tieni a mente la regola fondamentale: non escludere nessuna possibilità di modello. Questo non significa certo non avere le idee chiare ma significa scegliere qualcosa che si avvicini il più possibile alla perfezione e non dire “Non mi piace” a priori.

Piccole astuzie che ti fanno più bella

Photo by Ieva Vizule on Unsplash
Photo by Ieva Vizule on Unsplash

Ecco un breve vademecum per non sbagliare nella scelta del modello: terremo presente un unico obbiettivo e cioè un risultato armonico dell’intera figura. Non è una cosa difficile perché ogni donna ha i suoi pregi e i suoi difetti, anche le superstar. Basta saper come fare per sottolineare i pregi e nascondere i difetti. Proviamo a vedere insieme qualche piccolo trucco… Se hai i fianchi larghi non ti fossilizzare su un modello aderente a sirena: il pizzo mette in evidenza le linee e sottolinea un bel décolleté ma, allo stesso tempo, anche dei fianchi abbondanti. Meglio allora optare per un modello che resta più morbido dal punto vita in giù se le tue forme sono abbastanza mediterranee. Se invece hai il fisico cosiddetto a mela ovvero hai un punto vita non tanto stretto scegli un modello in stile impero dall’aria romantica che in pizzo è davvero elegante e intramontabile perché, contrariamente a quanto si pensa, l’abito in stile impero è perfetto per chi ha un fisico come il tuo ma non per chi ha i fianchi larghi. Pensa perciò a quante spose vorrebbero indossarlo ma non possono… Se il tuo punto di forza sono le gambe e vuoi mettere in risalto la tua falcata alla Gisele Bündchen opta per un vestito in pizzo ma corto, bene anche un tailleur che abbia qualche inserto in pizzo. Se hai un elegante collo alla Modigliani scegli pure un modello accollato come quello di Sassa de Osma o di Pippa Middelton, se invece sai di non avere questa caratteristica, meglio uno scollo a v come quello dell’abito di Kate Middleton. Se sei piccolina di statura, scegli un modello che abbia la gonna a vita alta, il contrario farebbe sembrare le gambe ancora più corte. Se hai delle braccia poco toniche meglio una manica a tre quarti che un bustino senza bretelle che lascia poco all’immaginazione, se invece hai delle braccia ben tornite frutto di ore e ore di allenamento, mettile in evidenza scegliendo un modello smanicato. Dopo avere letto questi consigli ti è venuto in mente che forse il modello che avevi provato non era adatto al tuo fisico? Vale la pena allora riprovare con il tuo amato pizzo ma declinato nel modello che ti renderà bellissima?

 

Accessori: solo se sono quelli giusti!

Photo by Orlova Maria on Unsplash
Photo by Orlova Maria on Unsplash

Non dimentichiamo poi l’importanza della tonalità dell’abito da sposa in pizzo e degli accessori. In linea di massima è sempre bene evitare i colori sgargianti così come come il bianco candido: non si usa da un pezzo e quando viene proposto è, di fatto, adatto a pochissimi modelli. Ci sono anche varie tipologie di pizzo, alcuni tessuti sono arricchiti ulteriormente da paillettes e perline; valuta tu se sia il caso di sfoggiarle tenendo a mente anche lo stile delle nozze, la location e l’orario della cerimonia. Potresti eventualmente optare anche per un abito da sposa colorato ma nelle tonalità tenui e solo per determinati modelli. Per il velo e per i guanti devi ricordare di non sovrapporre tessuti simili che per forza di cose saranno comunque differenti tra loro; in pratica ricorda che un abito da sposa in pizzo è già di abbastanza importante da solo, non sarà una scelta sbagliata non indossare il velo se temi che sembri tutto eccessivo. Se però vuoi indossarlo ti consigliamo un modello semplicissimo, senza alcun ricamo e assolutamente poco voluminoso. Per i guanti vale lo stesso discorso: che siano corti o lunghi, devono essere semplicissimi per evitare proprio quello sgradevole effetto dell’indossare tutto e tutto insieme che ti potrebbe far passare per una sposa affetta da cattivo gusto. E dopo tutta la fatica fatta per rendere tutto perfetto non saranno dei quanti a rovinarti il matrimonio! Sei d'accordo? Quindi, cara sposa, il nostro consiglio in questo caso è che nel dubbio è meglio togliere che aggiungere. D’altronde lo sai che Coco Chanel diceva che prima di uscire di casa bisogna guardarsi allo specchio e togliere qualcosa? Che poi tutti questi accessori serviranno a poco perché certamente, dopo tante ricerche, avrai trovato il tuo perfetto abito da sposa in pizzo, quello che ti fa sentire ancora più bella della principessa che avevi immaginato di essere, perché è il vestito che si è adattato perfettamente al tuo stile e al tuo fisico e non viceversa!

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2019 Bombolibri. Tutti i diritti riservati