Consigli per l'abito dello sposo

27 gennaio
2017

Ci siamo, è quasi tutto pronto: il tuo vestito dei sogni, le bomboniere, i fiori. Ogni cosa è sotto controllo; sei stata bravissima a pensare anche ai più piccoli particolari, a conciliare gli impegni di lavoro e l’organizzazione del tuo matrimonio, sarà tutto assolutamente perfetto. Cosa manca? Forse il vestito che indosserà il tuo futuro marito? Se sei alla ricerca di alcuni consigli per l’abito da sposo che lascerà tutti a bocca aperta, sei capitata sulla pagina giusta!

Sappiamo bene che la vera protagonista di quel giorno sarai tu ma è pur vero che anche il tuo lui deve avere il suo momento e, soprattutto, non può indossare un abito da sposo approssimativo perché certo non metterebbe in risalto la sposa. E dopo tutta la fatica fatta per rendere l’evento memorabile, non è proprio il caso di trascurare questo essenziale dettaglio.

Premessa fondamentale: armati di santa pazienza e cerca di fare buon viso a cattivo gioco con tua suocera che sicuramente vorrà essere coinvolta nella scelta. Se i vostri gusti sono abbastanza simili, metà della fatica è già fatta; se, invece, hai una suocera un po’ troppo estrosa quando invece tu ami lo stile classico, dovrai essere brava a “portarla” dalla tua parte. Diventate complici e unite verso il fine comune che sicuramente vi troverà d’accordo: avere un marito (e il suo adorato bambino) nella sua forma più smagliante.  

Prima di iniziare la vostra ricerca per l’abito che indosserà lo sposo, potresti sondare il terreno mostrandole alcuni modelli che abbiamo selezionato per te: in questo modo risparmierai molto tempo e saprai già quale sarà la linea da seguire (cioè la tua!). Inoltre: tieni bene a mente che un vestito ben fatto ha sempre un valore aggiunto non trascurabile e vale sempre la pena investire qualche soldino in più perché la differenza si vedrà.

Un elemento che abbiamo considerato per le nostre proposte è anche la tipologia di cerimonia e l’orario in cui si svolgerà perché, come il buon galateo insegna (e qui trovi alcune dritte per approfondire sull’argomento), niente può essere lasciato al caso anche, e soprattutto, l’abito dello sposo. Tra i nostri consigli per un abito da sposo all’altezza di una cerimonia perfetta troverai, inoltre, proposte diverse tra loro ma tutte accomunate dalla ricercatezza e dallo stile: allora, sei pronta per vedere in anteprima come potrebbe essere il tuo futuro marito sull’altare? Iniziamo!

1 - Il tight: la tradizione

Fonte immagine: hispabodas.com
Fonte immagine: hispabodas.com

Adatto per un matrimonio di giorno e vietatissimo dopo le sei del pomeriggio. Si tratta di un grande classico che richiede una cerimonia che risponda ai canoni più tradizionali e, se indossato dallo sposo, è opportuno che a farlo siano anche i parenti più prossimi della coppia che convola a nozze. Il tight sarà sempre perfetto se il matrimonio che stai organizzando si ispira alla formalità. Non meno importante il tipo di vestito che indosserai tu: se hai optato per un elegante abito da sposa bianco, con velo e strascico (qui troverai tante idee per scegliere il velo perfetto) , quella del tight sarà la scelta giusta per tuo marito. Se, invece, il tuo vestito e, in generale, tutta la cerimonia saranno un po’ fuori dalle righe, meglio optare per un’alternativa altrettanto ricercata ma meno vincolante.

N.B. Anche per lo sposo più tradizionale, sconsigliamo di indossare il cappello: si tratta di un accessorio davvero difficile da gestire e il rischio “cappellaio matto” è dietro l’angolo.

2 - Smoking per una festa di matrimonio scintillante

Fonte immagine: Pinterest
Fonte immagine: Pinterest

Molto amato dagli americani, in realtà per noi europei non è l’abito più indicato per una cerimonia come quella del matrimonio. Si potrebbe fare un’eccezione se le nozze si svolgeranno rigorosamente alla sera o, meglio ancora, se gli sposi prevedono una doppia festa che, dopo quella formale, si ispirerà a un party di tipo hollywoodiano. In pratica: anche se hai visto il tuo amato George Clooney indossarlo, ricorda che ci sono comunque alcune regole da tenere a mente. Se, quindi, hai in programma una festa luccicante, via libera allo smoking ma a patto che anche tu sfoggi un vestito diverso da quello che hai indossato all’altare. Lati positivi: sarete una coppia di sposi molto fashion e ammirata! Lati negativi: le spese si raddoppieranno perché dovrai preventivare due abiti formali per la cerimonia vera e propria e altri due per la festa e, per entrambe le occasioni, non potrai rinunciare alla qualità.

3 - Il frac, impegnativo ma…

Fonte immagine: Pinterest
Fonte immagine: Pinterest

Anche in questo caso siamo al limite di quello che è concesso. Perché? Perché il frac è indicato per matrimoni principeschi, pomposi e, anche in questo caso, celebrati in determinati orari. Insomma: si correrebbe il rischio di strafare e questa non è mai una cosa opportuna. Allo stesso tempo, abbiamo deciso di inserirlo nella nostra lista per completezza e perché non è detto che tu non sia una principessa alla ricerca di qualche dritta per il tuo speciale giorno del sì! Se stai pensando al frac, probabilmente sei anche una fan del vintage: qui trovi tante idee per organizzare un perfetto matrimonio vintage.

4 - Abito classico

Fonte immagine: bunneyblog.com
Fonte immagine: bunneyblog.com

Sicuramente una delle soluzioni migliori e certo il vestito più utilizzato per il fatidico giorno del sì. In questo caso, troverai davvero tantissime idee da proporre a suocera e futuro marito: da una soluzione classica e rigorosa come un abito sartoriale, fino a rivisitazioni più fantasiose in tessuti ricercati per chi desidera comunque dare un tocco di personalità alle proprie nozze. In generale è sempre opportuno non scostarsi troppo dal buongusto e da una scelta che possa far rimpiangere, nel corso degli anni, troppa avventatezza nell’aver seguito semplicemente una moda passeggera.

Per non sbagliare, è sempre opportuno tenere a mente che i colori ok restano il blu e tutte le tonalità del grigio. Tessuti damascati e cravatte un po’ (a volte troppo) elaborate non mancheranno tra le proposte anche degli atelier più griffati: resta una questione di gusti personali. Anche il fantomatico gessato è, secondo noi, un abito da scegliere con criterio perché, a meno che non sia di fattura davvero impeccabile, si corre sempre il rischio di essere scambiati per una comparsa del film “Il Padrino”. Pensaci bene, cara sposa.

A completare l’abito classico, per chi lo desidera, ecco il tre pezzi ovvero l’abito classico con l’aggiunta del gilet.

I no categorici (a meno che)

L’abito bianco: il rischio che si corre è quello di sembrare due bambini che stanno per fare la Prima Comunione e poi le due tonalità di bianco sarebbero sicuramente diverse. Noi diciamo di no.

Il jeans: a meno che non ti sposi con un mandriano australiano stile Hugh Jackman nel famoso film Australia. Beh, in quel caso tutto è concesso e che jeans sia. In tutti gli altri casi in cui non è previsto Hugh: no, no, no!

La camicia senza cravatta: vietatissima anche per gli invitati che potranno sentirsi liberi in tante altre occasioni, per il matrimonio ricordiamo il vecchio detto “Il vero signore non toglie mai la cravatta”.

Il fermacravatta: fa molto imprenditore rampante anni ’90 e sicuramente non è adatto per essere sfoggiato, a trent’anni di distanza, nel giorno del proprio matrimonio. Fermacravatta bocciato.

Allora, cara sposa di domani, cosa ne pensi di queste dritte per le tue nozze impeccabili? Immagini già il tuo bel marito all’altare che ti guarda con amore e ti accoglie come ha fatto William con la sua Kate sussurrandole Ti amo, sei bellissima! Principe docet! E comunque, cara sposa, anche se non hai il sangue blu (in fondo, non ce l’ha neanche Kate) ricorda che per te, tuo marito, resterà sempre e comunque il tuo principe azzurro, anche con suocera annessa e tu, quel giorno, lo renderai ancora più affascinante dopo aver curato il suo outfit.

E ora che tu e tua suocera siete scese a patti almeno per quanto riguarda i consigli per l’abito da sposo, che ne dici di addolcirla ancora un po’ mostrandole le sette torte più belle che abbiamo selezionato per te? Le trovi qui!  E, se la suocera non smette di intromettersi in ogni argomento che riguarda le nozze e l’organizzazione, puoi sempre tentare la carta della sposa zen: qui ti diciamo come fare...

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2018 Bombolibri. Tutti i diritti riservati