Cosa indossa la sorella modaiola della sposa? Tante foto da copiare e i trucchi per non sbagliare

29 giugno
2018

Cosa scegliere tra i tanti abiti da cerimonia se sei la sorella dello sposo o della sposa? Beh, di abiti eleganti ce ne sono davvero tanti ma, da due mesi a questa parte, ti sembra che nessuno di quelli che stai valutando sia adatto all’evento? Che tu sia la sposa in cerca di spunti per gli abiti da cerimonia da consigliare alla sorellina o alla cognatina oppure la diretta interessata, oggi vedremo insieme non solo quali siano gli abiti da cerimonia più adatti per te ma anche quali errori evitare per una scelta di successo.

Parliamo a ragion veduta e sai perché? Perché succede a tutte, ed è successo anche a noi, di combinare un pasticcio proprio quando è più importante essere perfette. Secondo te perché accade questa cosa? Probabilmente perché andiamo nel panico e più ci teniamo a essere bellissime e più sbagliamo.  Psicologia spicciola a parte, ora è il momento di darsi da fare: sai che tutte commettono dei piccoli errori. Hai già letto anche tu degli scivoloni che pare stia collezionando Meghan la neo duchessa di Sussex? Dimentica le calze, le scarpe sono troppo grandi, le braccia sono scoperte, le gambe sono accavallate… e siamo appena all’inizio! E allora, se è concesso qualche piccolo errore a una che veste Givenchy e ha una schiera di persone che curano la sua immagine, sarà concesso anche a noi che siamo già felicissime quando troviamo un prendisole che ci piace da H&M e siamo pure in grado di sfoggiarlo come se fossimo Jackie tra i vicoli di Capri? Bene, detto ciò, in questo articolo troverai non solo tante idee per gli abiti da cerimonia (le abbiamo inserite tutte nella photogallery alla fine) ma anche i trucchi per aiutarti nella scelta dei migliori abiti eleganti che abbiano sempre un tocco distintivo, che parlino di te, che possano ammirare tutti. Infine, ricorda che le passerelle ci fanno sognare a occhi aperti ma, ahinoi poi c’è da fare i conti con il budget tutt’altro che adeguato. Che soluzioni adottare per non deprimersi? Basta diventare bravissime a prendere spunto e ispirazione per cercare un’alternativa low cost all’ultimo spolverino di Etro… che, ok, siamo tutte d’accordo che non sarà mai come l’originale ma noi ci metteremo il nostro personale contributo di stile ed eleganza e vedrai che il risultato sarà (quasi) lo stesso.

Photo by Sex and the City

1 - La griffe non conta molto se prima di tutto non sei lucida tu!

Regola numero uno di quando si fa shopping: non dire mai “Lo compro di una taglia più piccola che poi tanto dimagrisco” perché sappiamo che questo non accadrà nel breve periodo o comunque non accadrà per il semplice fatto che lo hai detto e, quindi, te la sei un po’ tirata! Quindi ricordati di scegliere la taglia giusta, non per forza la taglia che ti piacerebbe indossare e che la vestibilità varia a seconda dei marchi e dei modelli. Non ti fossilizzare sulla 42 come un’adolescente: un bell’abito è tale se cade a pennello, non se sull’etichetta c’è scritto 42. L’etichetta, inoltre, non la vede nessuno. Quindi segnare in agenda: scegliere abiti da cerimonia della propria taglia. Meglio un po’ più largo ed eventualmente da riprendere sulle spalle o in vita se i fianchi sono il tuo forte. Non sei la sola, possiamo capire.

2 - Scegliere cose adeguate al nostro fisico

Gli abiti da cerimonia devono mettere in risalto i pregi e nascondere i difetti, se non segui questo criterio non ti piacerai con nessuno degli abiti eleganti che stai cercando, neanche il più bello. Per grandi linee ricorda prima di tutto che vanno evitate le scollature imbarazzanti e le gonne troppo corte (una regola che, in realtà, vale sempre). E poi, premesso che siamo tutte belle e conta la bellezza interiore, se per quel giorno ti senti un po’ più superficiale e quindi vuoi dare priorità all’apparire, ricorda che se non hai la falcata di Gisele Bundchen meglio optare per un abitino lungo o un pantalone a vita alta oppure se non hai il fantomatico giro di vespa meglio evitare tutto quello che sottolinei il fatto che tu non lo abbia. La soluzione è sempre quella di distogliere lo sguardo dai difetti e mettere in risalto i pregi aggiungendo anche degli accessori con misura e solo dove risulterebbero azzeccati. Recentemente una nostra amica ha acquistato, per una cerimonia, un pantalone a palazzo a vita alta color carta da zucchero abbinato a una camicia bianca in pizzo Sangallo con manica a sbuffo. L’abbinamento ci è piaciuto moltissimo, soprattutto perché indosserà sandali con zeppa in pelle marroni e clutch in paglia a cui aggiungere uno strepitoso torchon di corallo. Davvero perfetta per una cerimonia di giorno, trovi anche tu?

3 - Valutare bene orario della cerimonia

Gli abiti da cerimonia sono perfetti se contestualizzati. Ad esempio, se il matrimonio si terrà su una spiaggia (un matrimonio come questo), è opportuno scegliere tessuti naturali ed evitare lustrini e paillettes che invece saranno perfetti per un matrimonio invernale (come questo) o meglio ancora per un matrimonio a Capodanno (come questo). È sempre cosa buona e giusta evitare il troppo: no al troppo fasciante, non al troppo scollato e corto (già detto), no al troppo trasparente. E poi ricorda che, in barba a quello che ti consiglierebbero presunte esperte di stile, esiste un dress code preciso che segue l’orario e che possiamo facilmente riportare nella regola che le lunghezze aumentano man-mano che ci si avvicina alla sera e l’intensità dei colori pure: dalle tonalità confetto per il mattino fino a quelle più decise (nero escluso, ovviamente) per la sera. Impossibile sbagliare.

4 - Le ballerine: queste incomprese

Chi non si intende davvero di moda dice che le ballerine sono le scarpe delle nonne. Come se poi certe zeppe volgari siano la quintessenza della classe… Introduciamo l’argomento scarpe in questo modo per dirti che anche gli abiti da cerimonia più eleganti possono abbinarsi perfettamente a splendide ballerine o persino ciabattine, molto proposte in questa stagione. Allo stesso tempo difendiamo a spada tratta anche le scarpe con il tacco ma non quelle cafone: in pratica siamo a favore solo del bello! E a tutte quelle che sono affette da cattivo gusto, non ci resta che sperare che prima o poi prendano seriamente in considerazione l’idea di sfogliare un Vogue a caso… Per onestà intellettuale-modaiola dobbiamo ammettere che esistono anche delle ballerine e sandali bassi brutti e qui c’è poco da fare, è una questione di occhio e di buongusto ma siamo certe che se stai leggendo il nostro blog sei sicuramente una ragazza abbondantemente provvista del tocco fashion. Visto che siamo in tema accessori, ti ricordiamo che (anche se a una stilosa come te non serve) ormai la borsa non va più abbinata alle scarpe (da circa dieci anni) a meno che tu non voglia dare l’idea di quella che ha studiato a tavolino l’abbinamento e stia sfoggiando scarpe e borsa acquistate per l’occasione. L’idea che bisogna dare è sempre quella di una che abitualmente indossa capi ricercati e alla moda… quindi meno ingessate e più fashion e libere.

5 - Il cappello

Sebbene abbiamo anche affrontato l’argomento “Sposa con il cappello” che puoi leggere qui nel caso delle invitate, anche se sorelle degli sposi, ci sentiamo di raccomandare prudenza. Il punto è che il cappello è sempre un argomento delicato, che tu lo indossi per un matrimonio o in spiaggia. In pratica ci vuole nonchalance ovvero quell’ostentata indifferenza che solo poche hanno e che davvero non si può improvvisare. È un po’ come il saper indossare la stola.  Allora come fare se, ad esempio, avevi visto in vetrina degli abiti da cerimonia abbinati a dei cappellini ma senti di non essere propriamente una reale inglese (parliamone comunque) per sfoggiarli? Semplice: non sei obbligata a fare niente che non ti vada di fare, compreso indossare il cappellino. Una buona soluzione potrebbe essere il cerchietto con la veletta ma se e solo se il vestito che indosserai sarà bon-ton, su abiti eleganti come quelli da sera sarà assolutamente inappropriato.

6 - L’importanza dello stile

Gli abiti da cerimonia che ci rendono belle non devono essere necessariamente costosi, non devono provenire per forza da un atelier specializzato: siamo le invitate, non siamo le spose. Inoltre, tieni sempre bene a mente che la vera eleganza è quella che non segue le mode e le tendenze e non ostenta il marchio.  Allora cosa ti servirà per essere impeccabile il giorno del matrimonio di tuo fratello-sorella? Il solito buongusto, capacità di selezionare, di coerenza con il tuo modo di essere e la calma di una scelta che non deve essere fatta per forza quindi, ti preghiamo, non ridurti all’ultimo week end utile per fare l’acquisto! Valuta bene le opzioni nei tuoi negozi preferiti, non stravolgere il tuo stile proprio in questa occasione: sii fedele a quella che sei sempre ma solo un po’ più fashion del solito e, per citare Mary Poppins, vedrai che “Hop! - il gioco vien!”.

E ora divertiamoci a guardare insieme la nostra photogallery da sogno con tanti spunti tutti da copiare!

 .

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2018 Bombolibri. Tutti i diritti riservati