3 cose sulla giarrettiera della sposa

16 novembre
2018

Che ti piaccia o no e come da copione, durante l’atteso giorno del tuo matrimonio arriverà il momento del lancio della giarrettiera...

Photo by Anne Edgar on Unsplash

Un momento che sarà quasi certamente richiesto a gran voce dalla zia, quella che ha sempre fatto l’amica di voi nipoti, che si sente tanto emancipata e al passo con i tempi. Ecco, lei sarà al 90% la persona che dovrai ringraziare per il tuo personale lancio della giarrettiera. E siccome questa cosa è proprio difficile da dribblare “Tanto vale che mi iscriva a pilates, che male non mi può fare e poi, dicono che allunghi la gamba” hai pensato il mese scorso e, a dirla tutta, da quando fai pilates senti già di possedere la falcata di Gisele Bündchen e hai pure acquistato la prima giarrettiera da sposa (che però ti piace meno di quella che hai visto in quella vetrina del centro sabato scorso). In pratica: questa cosa della giarrettiera da sposa ti sta piacendo ogni giorno di più. Perché, lo sappiamo bene, anche la sposa più ostinata e determinata a fare “Solo quello che decido io!”, farà almeno una cosa che non pensava di fare il giorno del suo matrimonio e, il lancio della giarrettiera, è una di quelle (seconda forse solo al taglio della cravatta ma di questo si preoccuperà il tuo futuro marito). E allora perché non approfondire sull’argomento giarrettiera sposa? Scopriamo insieme alcune curiosità su questa particolare, amata-odiata tradizione.

1 - Storia del lancio della giarrettiera

Nonostante quasi tutti (compresa tua zia e... no, non ci possiamo credere: anche tu!) pensino che il lancio della giarrettiera sia una cosa legata agli ultimi decenni in realtà, e con i dovuti distinguo, risale al Medioevo. Si tratta di fatto di una rivisitazione perché anticamente il vestito della sposa veniva fatto letteralmente a brandelli e donato agli invitati come portafortuna. Roba che se lo facessero al tuo amato abito da sposa dovrebbero fare i conti con la più feroce arpia di cui si sia mai narrato...  Nel corso degli anni (eh meno male!) si è giunti al lancio di guanti, velo & Co per preservate il vestito. Lentamente la giarrettiera (e il bouquet) sono rimaste le uniche due cose da lanciare. A chi lanciare la giarrettiera da sposa? A tutti i tuoi invitati celibi. In pratica un lancio del bouquet per maschietti. E la domanda sorge spontanea: essendo i maschi mediamente allergici al matrimonio, saranno poi davvero così felici di accaparrarsi la giarrettiera da sposa?

2 - Quando farlo e come farlo

Quasi sicuramente sentirai le urla di tua zia che ti richiede a gran voce da un angolo della sala ma, se così non fosse e ti auguriamo che così non sia, ti consigliamo di sfilare la tua giarrettiera da sposa dopo che siano state servite tutte le portate previste o dopo il taglio della torta, se hai messo in conto l’intrattenimento musicale anche per la tarda serata. Solitamente, per il lancio della giarrettiera, è opportuno scegliere una musica soft anche se il momento è piuttosto goliardico. Per sfilare la giarrettiera puoi avvalerti di una sedia su cui poggiare la gamba (ricordiamo: gamba scolpita a colpi di pilates matto e disperatissimo) e, dopo aver sfilato la giarrettiera lanciarla verso quei buontemponi degli amici del tuo fresco sposo. L’altra opzione è farsela sfilare dal marito (qualcuna la fa togliere senza l'uso delle mani quindi con i denti... a te la scelta; si sa che de gustibus non disputandum est) che la consegnerà alla moglie per il lancio.

3 - Blu ma non solo...

La giarrettiera da sposa è solitamente arricchita con qualche decorazione sul blu anche se non è un obbligo. Scegli quindi la giarrettiera da sposa che più ti piace: dalla tradizionale bianca o avorio al romantico rosa antico oppure, se sei un tipo frizzante a cui piace stupire con delle idee particolari, anche una giarrettiera coloratissima, anche fluo. Sconsigliata solo la giarrettiera rossa perché sembrerebbe riciclata dall’ultimo veglione di Capodanno a meno che tu non decida di sposarti proprio il giorno di Capodanno, in questo caso sarà la scelta più azzeccata.

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2018 Bombolibri. Tutti i diritti riservati