Le 7 cose da fare ora che hai il tempo per farle

13 marzo
2020

Non ci sono scuse: non puoi proprio più rimandare. Bando alla noia e inizia a coccolarti; il momento per farlo è arrivato!

Quante volte hai esclamato “Se solo avessi più tempo!” e hai dovuto rinunciare a una cosa che ti sarebbe tanto piaciuta fare? Ecco, questo potrebbe essere il momento adatto per coccolarsi con piccole attenzioni a cui spesso - e tuo malgrado - hai dovuto rinunciare. Qualcosa che ti aiuti ad allentare lo stress e a far passare le giornate con un pizzico di serenità.

1 - La ricetta “proibita”

Una volta ti sei segnata  la ricetta per l’impasto della pizza che non prevedeva l’aggiunta del lievito di birra ma una lievitazione lunghissima di 48 ore con tanto di passaggi delicati da seguire. Ecco arrivato il momento di sperimentarla. Potrai “coccolare” il tuo panetto e seguire alla lettera tutti i passaggi necessari per vedere finalmente il frutto di cotanto lavoro certosino. L’esempio dell’impasto della pizza vale anche per quelle che invece hanno sempre sperato di poter fare, prima o poi,  il panettone in casa. Ok, non siamo nel periodo natalizio ma non è mica vietato mangiarlo anche se fuori non nevica…  In pratica, il paragrafo del tempo per le tue ricette proibite annovera tutto quello che avresti voluto cucinare ma che non hai mai avuto l’ardire di iniziare a fare perché non avevi tempo a sufficienza…

2 - Mille bolle blu

Ecco la vera croce e delizia di noi donne: un bel bagno caldo rilassante che puntualmente rimandiamo a un’altra volta.  Che poi ci siano o no le bolle blu poco importa, quello che conta è che finalmente avrai il tempo per immergerti in una vasca piena di acqua calda e di essenze profumate. Alcuni consigli: assicurati che l’acqua non sia "bollente", per farlo immergi i polsi e valuta se sia la tua temperatura ideale. Per le essenze opta per una profumazione che ti faccia rilassare come: lavanda, ylang ylang, incenso, arancio, mandarino. Se vuoi, puoi aggiungere un pugno di sale grosso all’acqua: servirà a tonificarti. Ricorda di accendere qualche candela, meglio se profumata, e non trascurare la musica di sottofondo. Spotify sarà la soluzione. Il consiglio: vai di lounge music, ci ringrazierai! Assicurati che non ci siano imprevisti mentre sei immersa nella tua bella vasca calda e profumata quindi: tieni a portata di mano telefono e qualsiasi cosa potrebbe costringerti a terminare il bagno prima del dovuto. I primi minuti proverai una sensazione incredibile, sentirai il tuo corpo completamente libero da tensioni e stress. Allora cosa aspetti? Che bagno sia!

3 - Piedi che farebbero invidia a Cenerentola

Con l’arrivo della bella stagione è d’obbligo qualche accorgimento in più anche per i piedi che, durante l’inverno, vengono sovente trascurati. Ecco giunto il momento di prendersene cura davvero bene e senza necessità di andare in un centro estetico. Quali sono i passaggi fondamentali? Prima di tutto la detersione: puoi fare un pediluvio che oltre che rilassarti ti permetterà anche di ammorbidire le parti come i talloni e piccoli calli. Aggiungi qualche goccia di Tea Tree oil che ha anche un’azione disinfettante. Il secondo step prevede uno scrub delicato fatto con bicarbonato e  limone. Massaggia bene entrambi i piedi e poi risciacqua con  acqua abbondante. Non dimenticare di utilizzare la pietra pomice per liberarti di calli e duroni.  È arrivato il momento di occuparsi delle unghie comprese le cuticole che, ricordati, non vanno mai tagliate ma spinte indietro con l’apposito bastoncino in legno. Altro passaggio: ricorda anche di idratare sempre i tuoi piedi con dell’olio di mandorle dolci  e di indossare dei calzini di cotone evitando  i materiali sintetici a maggior ragione se sei in relax a casa. Infine: smalto sì o smalto no? Dipende da te! Ma noi diciamo smalto sì perché è sempre piacevole vedere delle belle unghie colorate mentre ti fai la doccia. Ci sono piccole cose che possiamo fare anche solo per noi stesse, per sentirci più belle…  ne guadagnerà l’umore!

4 - Lettura di Anna Karenina & simili

I due tomi dei classici che ti fissano dalla libreria e che tu ignori da anni perché “Proprio no, non riesco ad avventurarmi in una lettura tanto lunga” ma che allo stesso tempo “Chissà però che pathos!”. E siccome non vale come lettura il riassunto di Wikipedia e neanche il film di Joe Wright (per quelle a cui è piaciuto), ecco che è finalmente arrivato il momento di  assaporare pagina per pagina le vicende amorose e i tormenti di una donna che, come la maggior parte di noi, segue prima di tutto il suo cuore spesso con conseguenze disastrose. Praticamente lo leggerai per concludere che, nonostante il passare degli anni e delle generazioni, continuiamo a non imparare e a commettere sempre gli stessi errori. Anzi no: probabilmente li commettiamo con la consapevolezza  di essere in errore. Se sei una lettrice folle dopo Anna Karenina potresti sempre dedicarti alla lettura della trilogia del Signore degli Anelli e pensare seriamente di fare un po’ di esercizio fisico specie se hai il volume gigantesco composto da tutti e tre i libri in uno solo. Vedila così: non avrai certo più il cruccio delle braccia flaccide.

5 - Scoprire una nuova passione

Cosa può essere? Beh potresti scoprire di essere una grande appassionata di musica classica o di yoga. Questo è il momento di googlare tutte quelle cose che spesso ti sono passate “sotto al naso” ma che poi non hai mai approfondito. L’infarinatura che potrebbe darti il meraviglioso mondo del web potrai approfondirlo a tempo debito e rivolgerti a persone esperte del settore. Come? Nel caso della musica classica ci sono moltissime associazioni dedicate al tema che offrono corsi gratuiti per imparare a comprendere e apprezzare questa e quell’altra composizione. Per lo yoga, una volta che tu abbia approfondito alcuni aspetti “teorici” in queste giornate, potrai fare pratica in un centro specializzato per questa disciplina, seguita da un maestro e decidere se è davvero amore! Musica classica e yoga sono solo due esempi di quello che potrebbe appassionarti: la curiosità verso le cose che non conosciamo è il primo passo per progredire e migliorarsi.

6 - Rifinire (finalmente) la tecnica del contouring

Di grande importanza saper padroneggiare la sublime arte del trucco che fa sembrare tutte al naturale quando invece dietro a quell’apparente faccino per così dire “acqua e sapone” ci sono almeno quindici passaggi diversi con altrettanti pennelli e spugne senza parlare delle tonalità della tavolozza da cui attingere le mille sfumature che serviranno per far risaltare lo zigomo alla Kim Kardashian che è nascosto in ognuna di noi! Ecco, chi si è già cimentata nel tentativo last-minute di ricreare questo fantomatico contouring senza aver prima ben affinato la tecnica, saprà che non è una cosa semplice o che almeno sono richieste varie sessioni di allenamento. E allora: quale momento migliore per provare e riprovare fino a quando non ti riterrai soddisfatta del risultato? Il contouring non avrà più segreti per te!

7 - Ripulire le borse: l’impresa impossibile

I maschi non capiranno mai cosa perché sia così difficile per noi svuotare e ordinare le nostre borse, figuriamoci: il perché non lo capiamo neanche noi! Comunque sia, se in questi giorni prenderai la grande decisione e finalmente dedicherai un paio di ore all’operazione, potrai fare delle grandiose scoperte e probabilmente ritrovare quelle perle che avevi ormai dato per perse. Dai meandri delle borse delle donne si narra siano emerse cose come: scontrini stropicciati (in un numero incalcolabile), aspirine (perché non si sa mai serva a te o alla tua collega), elastici per capelli (ah, ecco dove erano finiti tutti quelli che tenevi in bagno), cerottini (per essere sempre sul pezzo), burro cacao (almeno due o tre ma tutti da buttare), cucchiaini (per le tue pause yougurt), campioncini  di profumi vari (ma nessuno di questi è il tuo profumo abituale), pacchetti di fazzoletti di carta (almeno cinque e tutti aperti), e poi cellulare, portafogli, chiavi di casa e chiavi della macchina. Ma i momenti migliori sono quelli dei ritrovamenti straordinari come: la bellissima spilla a forma di albero di Natale che avevi indossato nel 2016, il bottone di quella camicetta che avevi preso da Zara ma che ormai non sai bene in quale angolo del tuo armadio sia finita, lo specchietto da borsetta appartenuto prima a tua nonna e poi a tua mamma a cui non sei mai riuscita a confessare di averlo perso. Ecco ora la questione è risolta! Potrai essere libera di perderlo un'altra volta in una nuova borsa nel giro di appena un mese!

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2020 Bombolibri. Tutti i diritti riservati