Halloween: come festeggiare con i piccoli

28 ottobre
2019

La festa di Halloween è alle porte e vuoi organizzare qualcosa di divertente per il tuo bambino? Allora prenditi pochi minuti per leggere le nostre pillole sulla notte più paurosa che ci sia e preparati a festeggiare in modo speciale!

Halloween è una festa che arriva direttamente dagli USA ma che ha origini celtiche. Da qualche tempo sta diventando una tradizione anche da noi, in particolar modo per i più piccoli che colgono l’occasione per festeggiare travestiti con costumi paurosi e per avere un’ottima scusa per fare una scorpacciata di dolci. Quest’anno che ne dici organizzare un pigiama-party a tema Halloween? Ecco come fare!

1 - Organizza e pianifica in anticipo

Photo by Javier Molina on Unsplash
Photo by Javier Molina on Unsplash

Prima di tutto informati se i genitori dei compagni di scuola di tuo figlio danno l’autorizzazione per festeggiare questa ricorrenza e per far dormire i bambini fuori casa. Poi pensa alla parte logistica, ai giochi, ai costumi e ai dolci da preparare: sarà una grande festa di Halloween! Una volta che tu abbia fatto un giro di telefonate e avrai quindi l’ok da parte dei genitori dei piccoli invitati di tuo figlio, pensa a realizzare dei facili ma originali biglietti d’invito a forma di zucca. Non dovrai fare altro che procurarti del cartoncino arancione da ritagliare. Scrivi il tuo invito possibilmente utilizzando un testo divertente e chiaro allo stesso tempo in cui dare le informazioni base come: orario di arrivo, tipo di travestimento consigliato, cosa portare a seguito per la notte e quindi pigiamino, spazzolino, ciabattine… in pratica il minimo sindacale per un pigiama-party, al resto penserai tu! È importante che il biglietto sia accompagnato da ulteriori info utili riservato ai genitori come: recapiti telefonici qualora non siate già in contatto e info su particolari esigenze dei piccoli invitati come intolleranze alimentari e simili per far sì che non ci siano inconvenienti e sia tutto sotto controllo.

2 - Procurati l'occorrente per il travestimento

Photo by Conner Baker on Unsplash
Photo by Conner Baker on Unsplash

I bambini vorranno sicuramente fare incetta di dolci bussando alle porte dei vicini e poi ci sarà la festicciola a casa: insomma è necessaria un po’ di organizzazione. La prima cosa da fare sarà pensare al travestimento; solitamente ad Halloween ci si maschera da fantasma, da mummia, da strega, da zombie o, come accade negli USA, anche da Supereroe. Se i piccoli arriveranno già indossando il loro costume tanto meglio ma se così non fosse procurati delle vecchie lenzuola per realizzare dei veloci abiti da fantasma, della carta igienica per improvvisare dei paurosi abiti da mummia, dei trucchi e dei cappelli da strega. Libera la fantasia e fai un giro nei grandi magazzini: vedrai che troverai facilmente qualche accessorio da brivido per i piccoli. Dopo il giretto nel quartiere tutti a casa per un divertente party a tema. Per il buffet offri cose semplici che possano piacere a tutti; non sai cosa preparare? Te lo diciamo noi! Continua a leggere…

3 - Prepara un buffet da paura

Photo by Hello I'm Nik 🇬🇧 on Unsplash
Photo by Hello I'm Nik 🇬🇧 on Unsplash

Trattandosi di un buffet per i bimbi ti consigliamo di rimanere sul poco elaborato: tramezzini e panini andranno benissimo per i gusti dei piccoli invitati ma rendili divertenti utilizzando tanta fantasia. Come fare? Semplice: usa delle formine a tema per i tramezzini mentre i panini puoi incartarli nei tovagliolini arancioni, neri e viola… per un tocco di Halloween anche in tavola. Usa piccoli addobbi come dei ragnetti ricavati da un semplice cartoncino nero e spargili sulla tavola in modo che sembri che ci stiano camminando sopra... Trattandosi di una festa “mostruosa” puoi proporre le famose "Dita delle Streghe". Per realizzare questi biscotti basterà fare delle strisce di pasta frolla (di circa 10 cm di lunghezza e di circa 3 cm di spessore) sulla cui estremità metterai una mandorla in modo che sembrino davvero delle dita... di una strega. Se vuoi rendere l’effetto ancora più spettrale fai dei piccoli tagli orizzontali che sembrino le nocche di un dito. Inforna il tutto e il gioco è fatto! Poi ci sarà il bottino di dolci che i bambini avranno racimolato durante il loro giro nel quartiere: una vera e propria scorpacciata di zuccheri ma tanto si sa che, per questa sera, i genitori chiuderanno un occhio!

4 - Dettagli per il pigiama-party

Photo by Steven Libralon on Unsplash
Photo by Steven Libralon on Unsplash

Terminato il party arriva il momento di mettersi comodi e allora tutti in pigiama perché la serata prosegue con gli “spaventosi” racconti che provvederai a supervisionare tu, cara mamma. Tra i racconti non potrà mancare la storia di Jack O'Lantern di cui trovi molte versioni sul web compresa la nostra a fine articolo. Se però i bambini sono troppo piccoli o impressionabili meglio saltare questa parte della serata o optare per la proiezione di un bel film animato non necessariamente a tema: un classico Disney è sempre la soluzione giusta e poi si sa che i piccoli saranno esausti e non ci metteranno troppo tempo a prender sonno. Per il pigiama-party dovrai provvedere ad allestire una stanza addobbata a tema e abbastanza grande come, ad esempio, il soggiorno e collocare materassi, cuscini, coperte a mo’ i giacigli. Non sarà certo una soluzione comodissima ma ti permetterà di ospitare tanti amichetti che certo non penseranno al comfort piuttosto si sentiranno degli adulti che passano la notte fuori casa! Wow!

5 - Prepara gli omaggi per il giorno dopo

Photo by Cayla1 on Unsplash
Photo by Cayla1 on Unsplash

Il giorno seguente, dopo colazione, sarà il momento del commiato. Come avrai prima concordato con i rispettivi genitori dovrai attendere che tutti vengano a prendere i propri figli e solo dopo potrai accompagnare a casa quelli le cui mamme e i cui papà ti hanno chiesto la gentilezza di poterli riaccompagnare. Puoi omaggiare i piccoli con dei biscottini a forma di fantasma o zucca; sarà un evento memorabile di cui conserveranno tutti un meraviglioso ricordo, compreso il tuo bambino che non potrà non sentirsi orgoglioso, ancora una volta, della sua creativa e divertente mamma! A te poi toccherà sistemare casa che quasi sicuramente sarà completamente sotto-sopra ma sarai stanca, felice e, con ogni probabilità, penserai a quanto ti sia divertita anche tu insieme ai piccoli fantasmi e alle streghette! 

La storia di Jack O'Lantern

Photo by Julia Raasch on Unsplash
Photo by Julia Raasch on Unsplash

Ecco per te la nostra versione della storia di Jack: buona lettura! Jack è un fabbro ubriacone che un giorno incontra il diavolo mentre sta bevendo in un pub dell’Irlanda. Il diavolo vuole la sua anima ma Jack con un trucco gli chiede di poter fare un’ultima bevuta. Il diavolo acconsente e si trasforma quindi in una monetina per permettere a Jack di pagare l’oste per un ennesimo boccale di birra. Jack, che è molto astuto, subito intasca la monetina e la mette accanto a una croce in argento impedendo perciò al diavolo di riprendere le sue sembianze. A questo punto Jack e il diavolo fanno un patto: la libertà in cambio di altri dieci anni di vita per Jack. Il diavolo acconsente. Dopo dieci anni i due si incontrano un’altra volta e anche in questa occasione Jack riesce a farla franca perché chiede al diavolo di cogliere un frutto da un albero e in questo modo, con un altro stratagemma, riesce a bloccare il diavolo sui rami. Jack anche in questa occasione la fa franca e così il diavolo promette di non cercarlo mai più. Dopo alcuni anni e a causa della sua vita dissoluta, Jack muore ma non viene accolto in Paradiso per i suoi troppi misfatti e allora pensa bene di recarsi all’Inferno. Arrivato alla porta dell’Inferno però viene respinto dal diavolo in persona che gli ricorda che aveva promesso di non volerlo più incontrate mentre gli lancia un tizzone acceso per allontanarlo. Jack, che aveva con sé una zucca vuota, inserisce il tizzone al suo interno trasformando la zucca in una lanterna per illuminare la strada nelle notti di lungo vagare. Si narra che da quel giorno Jack si aggiri per le strade nel mondo senza una meta precisa con la sua lanterna illuminata e che nella notte di Halloween le tante altre zucche illuminate vogliano ricordare proprio la sua storia.

 

Bombolibri InnovAction Lab S.r.l. P. Iva/C. F: 02497260030 Rea: NO – 240036
Copyright © 2019 Bombolibri. Tutti i diritti riservati